Blog: http://randazzo.ilcannocchiale.it

Dj Cajoli



Non ve l'aspettavate eh?
E invece eccolo quà in tutta la sua straordinaria tracotanza. Si, è proprio lui, il mitico desc... dirc... drisc... diostr... animatore latinoamericano Vinicio Cajoli.
Chiaramente durante le sue esibizioni nei più prestigiosi locali  della costa di Antignano (mitica la sua serata del 2 novembre 2006 al "Malandrone discopupperia  anche a chiodo") il nostro non si palesa con il suo vero nome ma con un più estetico e altisonante (ma anche appropritato suvvìa) Josè Escobar Smerigliadores, in arte "El pignorador".
Si, perchè l'infelice non può adoprare il suo vero nome alla luce del fatto che quando vede una troja ballare sotto il suo tavolaccio comincia a gabellare improbabili origini cubane e perciò negroidi che gli hanno donato, al di la di ogni possibile forma di stereotipo, un innato senso del ritmo. 
"Io sono nato a coso... laggiù... all'avana... io sonavo nei locali dove la gente beveva r' mojto...
E fumava certi sigari che, o'boia, parevano pannocchie".
Ma in realtà le frequentazioni cubane del Caioli si sono limitate a una chiavata in un night di Montecatini con una puttana che il padrone del locale presentava come nativa dell'isola e che, disgraziatamente,  gli ha impestato l'uccello con una inviperita forma di scolo.
Il Caioli infatti è nato e vissuto a  Navacchio, paese dove abita tutt'ora con la madre Angiolina Moscardini e il padre, pensionato delle FFSS, Attilio Caioli.
La foto ce lo mostra nel periodo subito posteriore alla sua guarigione.
Ciò si evince dalla sobria cintura in pelle di gnù che serve per convincere i testicoli (insultati da un accanimento terapeutico a base di antibiotici scaduti) rifugiatesi negli angusti spazi della cavità periaddominale a riprendere la via della ragione e deambulare comodamente nel naturale alloggio della borsa scrotale. 

 

Pubblicato il 26/6/2007 alle 20.50 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web